Il magazine online di slogan

slogan

Girlscan 01Due tavoli separati da un sipario, una donna, una ragazzina e un compito comune: togliere dal tavolo gli oggetti che a loro parere, non appartengono al mondo femminile...

Ecco #GirlsCan, l’esperimento sociale organizzato da Always Arabia - il branch locale della azienda di igiene intima di P&G - al quale sono state sottoposte delle donne e delle ragazzine arabe.

Era previsto il confronto delle scelte di una rappresentante di ciascun gruppo: da una parte una donna adulta, dall’altra una ragazzina, divise da un sipario. Sui rispettivi tavoli i medesimi oggetti, come:  un pallone da calcio, un telescopio, un ferro da stiro, una bicicletta, una scopa…

Girlscan 03A ciascuna di esse è stato chiesto di lasciare sul tavolo solo ciò che – secondo la propria sensibilità - potrebbe essere associato alla donna.

All’alzarsi del muro la differenza di età ha mostrato anche una differenza sostanziale nelle scelte.

Le “piccole donne” hanno infatti lasciato sul tavolo molti più oggetti, ritenendoli relazionabili non solo con un uomo.

Il video, canalizzato su BeingGirl Arabia, è un messaggio di incoraggiamento a tutto il genere femminile arabo - ma non solamente musulmano -  a credere nei propri sogni e a non precludersi niente.

Un sondaggio correlato, poneva la domanda:”Una ragazza può coronare i suoi sogni?”.

Le risposte sono state per il 94% positive da parte delle ragazzine, mentre  la percentuale crolla al 29% per le donne…

Girlscan 04

Muna AbuSulayman è un influente personalità dei media arabi e musulmani ed è stata uno dei principali sostenitori del nuovo film social #GirlsCan di Always.

Girlscan 05Ella ha creduto nello spirito della campagna, convinta che potrebbe aiutare le donne mediorientali a riconnettersi con i sogni che avevano da ragazze.

Pochè AbuSulayman è praticamente sconosciuta al mondo occidentale, ecco una sua breve presentazione…

E’ stata fondatrice e Segretario Generale della Fondazione Talal Alwaleed Bin, il braccio filantropico di Kingdom Holding Company SAR del Principe Alwaleed Bin Talal.

Attualmente è co-conduttrice del talk show ”Kalam Nawaem”(letteralmente “dolce parlare”) uno dei programmi più popolari dell’emittente MBC TV.

Girlscan 06[NdA:: Il format  dello show è ispirato alla serie televisiva statunitense “The View” e presenta il punto di vista di quattro ospiti: donne mediorientali di differenti nazionalità professioni ed età.
Durante le trasmissioni, nel corso dibattiti, sono stati toccati argomenti molto delicati per la sensibilità araba, come l'omosessualità, la parità di genere, il terrorismo, la masturbazione, l'incesto, le molestie sessuali, lo stupro, gli abusi sui minori, l'infedeltà ed il divorzio].  

Nel 2013 AbuSulayman è stata nominata ambasciatrice globale di Silatech, una organizzazione che opera nel sociale con base in Qatar, amministrata dalla moglie dell'ex emiro del Qatar Sheikha Mozah bint Nasser al-Missned, insieme a Tarik Yousef nel ruolo di CEO.

[NdA: Silatech in arabo significa "La tua connessione" e la sua mission è quella di creare, nel mondo arabo, posti di lavoro e opportunità economiche per i giovani di età compresa tra i 18 ei 30 anni, mediante la creazione di partenariati con i governi, aziende private e organizzazioni non governative. Silatech è sostenuta dalle Nazioni Unite, l'Organizzazione Internazionale del Lavoro, e dalla Banca mondiale e - ad oggi  ha aiutato oltre 25.000 giovani arabi ad ottenere un posto di lavoro].

Girlscan 17Anche in un paese dove vige in maniera rigorosa la Sharia, la legge islamica qualcosa sta cambiando: il 12 dicembre 2015 - per la prima volta nella storia dell'Arabia Saudita - le donne hanno partecipato alle elezioni comunali sia come elettrici sia come aspiranti al seggio (oltre 900 donne si erano candidate, contro quasi 6.000 uomini).

Quattro seggi sono stati conquistat nei consigli comunali: due nel governatorato di Ihsaa e due rispettivamente in quello di Tobouk e della Mecca. Le elezioni sono relative posizioni di consiglieri comunani, con poteri limitati alle questioni locali, come gestione di strade, giardini pubblici e raccolta dei rifiuti.

Girlscan 18Ciò è stato possibile in virtù di un decreto reale del 2011, voluto dal Re saudita Abdullah bin Abdelaziz - morto lo scorso gennaio – che ha permesso alle donne di partecipare alle elezioni, nella prima consultazione a suffragio universale.

Un piccolo inciso per avere un metro di paragone: in Italia il suffragio femminile di votare a qualsiasi tipo di elezione venne concesso il 10 marzo del 1946. E' sì il secolo scorso, ma in termini di anni sono solo... 46!.

Un'indagine del Centro studi Esbar fotografa una realtà che è ancora ancorata a una visione maschilista ed intergalista della donna: infatti il 72,5 per cento dei sauditi non appoggia la candidatura femminile alle elezioni con motivazioni che vanno da "viola la legge islamica" a “lede le tradizioni e le usanze del Paese”.

Però qualcosa si sta muovendo e, come si sa, è un piccolo sasso che rotola a provocare una frana inarrestabile…Ecco come una donna ha descritto la vittoria di Salma bint Hizab al-Oteib: «Prima era difficile comunicare con gli uomini, ma con la presenza di una donna adesso, posso rivolgermi a lei e attraverso di lei posso far sentire la mia voce. Le cose vanno meglio».

Ora torniamo al video #girls can di Always, al suo contenitore: BeingGirl e ancor di più alla versione locale: BeingGirlArabia.

Girlscan 08Una delle risorse più preziose che una adolescente può avere, in una età critica come quella della pubertà, è una comunità online dedicata alla informazione relativa ad argomenti che per lei potrebbero risultare “difficili” da affrontare in ambito familiare.

BeingGirl è una comunità online da Procter & Gamble dedicata ad articoli, video e rubriche di consigli su argomenti come: mestruazioni, reggiseni, acne e incontri.

Quasi tutti i contenuti di questo blog dai colori vivaci: articoli, sondaggi, quiz, giochi, video, articoli interattivi e presentazioni, sono fruibili senza doversi registrare. Gli unici contenuti che la richiedono, sono i commenti ai video ed agli articoli.

Poiché il sito è realizzato da una azienda commerciale, nel menu è presente un pulsante che rimanda ad una area dove sono presentati i singoli marchi che BeingGirl promuove alle giovani: Always, Tampax, Secret, Gillette Venus, Olay Fresh Effects e CoverGirl.

Ad ogni specifico marchio, sono presenti i collegamenti a linee di prodotti specifici: i dettagli del prodotto e le dimensioni sono elencati, ma non vi sono ulteriori collegamenti allo shopping on-line e non vengono nemmeno fornite indicazioni su dove effettuarne l’acquisto.

BeingGirl è linkato a Facebook, YouTube e Twitter; in particolare il canale YouTube è molto attivo, con video come "Tampax Training Camp" o "Period Diaries".

Girlscan 09

Girlscan 10

BeingGirl è stato criticato per aver effettuato una capitalizzazione di un momento particolare nella vita di una giovane donna, ma c'è da dire - per onestà intellettuale - che i contenuti sono validi e vi è un buon bilanciamento tra informazione pura e promozione dei prodotti.

Una riprova che fa pendere la bilancia sulla sua positività ? Ecco alcuni commenti che sono stati postati da donne arabe sul video GirlsCan presente in BeingGirlArabia

Partiamo dal post di una adoescente che riassume perfettamente quanto - anche nel mondo femminile arabo - siano importanti certi valori ed aspirazioni...

Roua Azzam «Questo video così ispirato mi ha fatto piangere e lo apprezzo moltissimo e credo che le donne di qualsiasi età e qualsiasi luogo non dovrebbero pensare che esse non possono perseguire i propri sogni, solo perchè la società la pensa così - fintantochè questo non va contro l'Islam, naturalmente -. Io spero che quella percentuale (20%) cresca. Ho 15 anni, amo disegnare e mi sto impegnando a perfezionare le mie capacità per essere "qualcuno" in questo campo nel futuro (se Dio vorrà).»

Girlscan 11

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un commento di Hanna Suh-Konert che "strizza l'occhio" alle altre rappresentatnti del genere femminile, affermando che "talvolta le cose sono fatte meglio dalle donne, rispetto agli uomini"  ...

Girlscan 12

 

 

 

 

 

Una mamma di 33 anni - Shazil Patel - che ha tre figli, ma anche un BBA [Bachelor of Business Administration] che è stato sempre il suo sogno...

Girlscan 13

 

 

 

 

 

Hadeer Magdy che afferma orgogliosa che ella crede fermamente che una ragazza possa fare qualsiasi cosa, visto che ella divenne Project Manager a 25 anni e a 30 è arrivata ad una posizione dirigenziale.

Girlscan 14

 

 

 

 

 

Da parte maschile, vi sono state anche reazioni negative a partire da uno sprezzante "Staged propaganda" diAbdul Basit Achakzai

Girlscan 15

Non servono commenti! Per cui, possiamo giustamente affermare che, nel giovane mondo femminile arabo:

“I sogni son desideri [MA NON SONO PIU’] chiusi in fondo al cuor…” .

Killing me softly
libro

Killing me softly

Vuoi ricevere WoW?

Numeri precedenti (clicca sulle copertine per leggere)

  • Editoriale
    Autunno 2015 - Google
  • 1 a storia pizza
    Expo 2015 - Le parole del cibo
  • Editoriale Rotore
    Enigma e Betchley Park
  • Copertina Charlie Ebdo
    Speciale "Charlie Ebdo"
  • ghirlanda
    Novembre - Dicembre 2014
  • copertina-giu-ago-14
    Giugno - Agosto 2014
  • copertina-sett-ott-14
    Settembre - Ottobre 2014
  • Natale 2015 Pallina fucsia
    Natale 2015
  • banner agis1