Il magazine online di slogan

slogan

Questo numero di WoW è… ad alto tasso alcolico! Infatti, lo abbiamo dedicato al brand BACARDI.
L’idea era nata in primavera perché questo brand ha un nome conosciuto in tutto il mondo ed immediatamente richiama alla mente un liquore: il rum; un’isola: Cuba e drink divenuti famosi: il Mojito, il Cuba Libre ed il Daiquirì, solo per citarne alcuni.
Ma un episodio avvenuto questa estate, fa calzare a pennello la scelta di parlarne su un magazine che tratta di parole. La scoperta che il nome di questa marca di rum si deve scrivere con l’accento sulla “I”. Quindi… BACARDÍ.

Un segno diacritico, una parola, un racconto che vi si cela dietro… Ecco qui – gentile lettore - gli ingredienti del “cockail” che WoW ti propone, per raccontare una storia fatta di un distillato scritto in modi diversi: rhum, ron, rum, personaggi famosi come Ernest Hemingway, frasi storiche come “¡Cuba Libre!”, luoghi dell’immaginario collettivo come la “Bodeguita del medio“, pirati come Francis Drake e persino pipistrelli che …si fanno il lifting!
Poi un mini scoop: il falso che si cela dietro una dedica di Ernest Hemingway incorniciata su una parete de la Bodeguita del medio.
Infine un articolo sulla guerra commerciale in atto tra due multinazionali: la Bacardi International Limited e la Havana Club International S.A. ed i risvolti politici tra USA e Cuba.
Abbiamo però modificato la foliazione, per inserire un tributo ad un attore recentemente scomparso: Robin Williams. Lo facciamo presentando i monologhi tratti da di due suoi film: “Jack” e “Dead” Poets Society “ (l’attimo fuggente).
In entrambe vi è una esortazione fatta a giovani teenager, ragazzi e ragazze come i nostri figli: “Make your life spectacular” e “Make your lives extraordinary”.
Bene, siamo proprio noi - gli adulti - ad avere la responsabilità che essi abbiano la possibilità di rendere la propria vita straordinaria o - almeno - con un futuro davanti!
Ovviamente come libri, quelli di Ernest Hemingway: “Il vecchio e il mare” per il quale ricevette il premio Pulitzer nell'anno 1953 e il premio Nobel nell'anno 1954 (merita una visione anche il cortometraggio di animazione di Aleksandr Petrov) e il romanzo postumo “Island in the stream” (cliccando sulle copertine i link per il download…)

 

Ora – gentile lettore – non mi resta che augurarti una buona lettura, con il suggerimento di accompagnarla con un cocktail a base di rum!

Killing me softly
libro

Killing me softly

SPECIALE
LA CRISI COREANA

Hwasong 01

Vuoi ricevere WoW?

Numeri precedenti (clicca sulle copertine per leggere)

  • Editoriale
    Autunno 2015 - Google
  • 1 a storia pizza
    Expo 2015 - Le parole del cibo
  • Editoriale Rotore
    Enigma e Betchley Park
  • Copertina Charlie Ebdo
    Speciale "Charlie Ebdo"
  • ghirlanda
    Novembre - Dicembre 2014
  • copertina-giu-ago-14
    Giugno - Agosto 2014
  • copertina-sett-ott-14
    Settembre - Ottobre 2014
  • Natale 2015 Pallina fucsia
    Natale 2015
  • banner agis1